CHIUDI

Tutti gli eventi sono gratuiti e si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti-Covid.
Per maggiori informazioni o per assistenza puoi contattarci via email prenotazioni@porticidicarta.it oppure ai numeri 011 8904420 | 011 89 04419

Promemoria sulle Passeggiate letterarie - 24 giugno

Le “Passeggiate Letterarie”, ideate e realizzate nel 2006 da Alba Andreini per le scuole, costituiscono dal 2012 un appuntamento ormai irrinunciabile di Portici di carta, che in quell’anno le ha assunte facendo di esse un suo evento cardine e coniando per la loro valorizzazione lo slogan “La cultura a Torino è una passeggiata”. Quest’anno Portici le ripropone nella versione del 2012, comprensiva di tutti i principali quartieri del centro cittadino, dedicando un itinerario a ciascuno di essi: sei in tutto. I percorsi ripropongono e portano in strada il contenuto del volume Una Mole di parole. Passeggiate nella Torino degli scrittori - uscito nel 2006 per Celid e ripubblicato nel 2019 da Priuli &Verlucca - da cui le “Passeggiate Letterarie”sono nate come esito divulgativo di una ricerca scientifica svolta in ambito universitario. Coerentemente al loro nome, le “Passeggiate letterarie” vogliono far scoprire la bellezza nascosta della città che ha ispirato tanti scrittori ed ha fatto entrare nel loro immaginario i suoi luoghi. Lo scopo dei sei tragitti è quello - secondo lo slogan del libro e delle Passeggiate - di “camminare conoscendo, conoscere camminando”.


#1 Itinerario Quadrilatero sulle orme, fra gli altri, di Fruttero & Lucentini, Mario Soldati, Jean Jacques Rousseau
Conduce Alba Andreini
Partenza: Piazza Palazzo di Città, di fronte all’Urban Center, ore 10 e 15:30
Durata 2 ore

La passeggiata attraversa i più suggestivi luoghi storici del centro (da Porta Palazzo a piazza Castello; da via Barbaroux alla Torre Littoria) e molti altri ne evoca da lontano, uno per tutti il Cottolengo, percorrendo piazze e strade immortalate in modo indimenticabile da scrittori italiani e visitatori stranieri che hanno celebrato in esse il cuore più antico della città.


#2 Itinerario San Donato sulle orme, fra gli altri, di Edmondo De Amicis, Augusto Monti, Xavier De Maistre
Conducono: Monica Martinelli, ore 10; Francesco Ruggiero, ore 15:30
Partenza: Piazza Statuto, sotto al monumento dedicato al Traforo del Frejus
Durata 2 ore

La passeggiata si dispiega tra il quartiere di San Donato e il centro ripercorrendo le memorie lasciate in questa parte della città da alcuni dei protagonisti principali della cultura torinese degli ultimi due secoli - dal Risorgimento ai giorni nostri -, e da alcuni visitatori illustri (De Maistre, Casanova, Pirandello).


#3 Itinerario Portici di via Po sulle orme, fra gli altri, di Vittorio Alfieri, Friedrich Nietzsche, Mario Soldati
Conduce: Stefano Tubia, ore 10 e 15:30
Partenza: Piazza Castello all’angolo con via Viotti e via Pietro Micca, sotto la Torre Littoria
Durata 2 ore

La passeggiata si svolge lungo l’asse di via Po, da piazza Castello fino a Piazza Gran Madre di Dio, e attraverso le memorie di visitatori illustri ripercorre la storia della città raccontandola nelle varie epoche - dal Barocco al Risorgimento al Novecento.


#4 Itinerario Crocetta sulle orme, fra gli altri, di Leone Ginzburg, Cesare Pavese, Primo Levi
Conduce: Silvia Nugara
Partenza: via Lamarmora 35, ore 10 e 15:30
Durata 2 ore

La passeggiata attraversa il quartiere della Crocetta, terminando in piazza Carlo Felice, con tappe dedicate in modo particolare alle abitazioni private e alle memorie di alcuni dei protagonisti più importanti della cultura torinese del Novecento, frequentatori del Liceo Massimo d’Azeglio e collaboratori della casa editrice Einaudi.


#5 San Salvario sulle orme degli scrittori migranti Amara Lakhous e Younis Tawfik, e nelle parole di Natalia Ginzburg
Conduce: Emanuela Ranucci, ore 10; Monica Martinelli ore 15:30
Durata 2 ore
Partenza: corso Vittorio Emanuele II 53, ingresso principale Stazione di Porta Nuova

La passeggiata si svolge in San Salvario e tocca i luoghi più significativi dell’immigrazione extra-comunitaria (dalla Stazione ai luoghi di culto e al mercato di piazza Madama Cristina, con richiami ad altri punti della città), senza dimenticare quelli dell’immigrazione dal Sud Italia degli anni Sessanta e Settanta. Il racconto dei luoghi è affidato in prevalenza alle voci degli scrittori migranti che scrivono in lingua italiana ma anche ai residenti più illustri del quartiere, come Natalia Ginzburg.


#6 Itinerario Vanchiglia sulle orme, fra gli altri, di Emilio Salgari, Italo Calvino, Ernesto Ferrero
Conduce: Claudio Panella, ore 10 e 15:30
Partenza: via Napione angolo corso San Maurizio
Durata 2 ore

La passeggiata ripercorre le memorie letterarie dell’intero quartiere di Vanchiglia, dal lungo Po alle vie dell’antico Borgo riedificato nell’Ottocento da uno dei suoi residenti più illustri, Alessandro Antonelli, per raggiungere l’edificio realizzato da quest’ultimo e divenuto il simbolo della nostra città: la Mole Antonelliana.