CHIUDI

un libro per ricostruire

La Città di Torino ha «adottato» Arquata del Tronto e i paesi delle Marche colpiti dal recente sisma.

Assieme alla Protezione Civile e a Portici di Carta, lancia l’iniziativa Un libro per ri-costruire.

Un gesto simbolico e concreto di solidarietà per aiutare a ricostituire le biblioteche civiche e scolastiche distrutte dal terremoto, ma anche per sostenere con l’invio di libri i tanti sfollati la cui esistenza è stata sconvolta dalla calamità naturale.

Durante la 10° edizione di Portici di Carta, in programma a Torino sabato 8 e domenica 9 ottobre 2016, tutti sono invitati ad acquistare un libro dalle librerie partecipanti e a consegnarlo al Corner Bambini in piazza San Carlo.

Qui il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli allestisce un evento work-in-progress: un immenso dipinto ispirato ai portici torinesi e al logo della manifestazione.

Bambini e ragazzi, insegnanti, curiosi, famiglie, ma anche scrittori, giornalisti, editori e addetti ai lavori partecipano all’happening ispirato al grande logo di Portici: in piazza tutti possono dipingere e serigrafare il loro pezzo d’opera.

La carta utilizzata come supporto, sia per la scrittura sia per la pittura, è intesa come materia originaria per riconfigurare la rinascita dopo il terremoto. I libri diventano parte dell’installazione. Su ogni libro donato viene apposto uno sticker che lo renderà riconoscibile per sempre. Chiunque abbia contribuito con un libro potrà stamparsi come ricordo e portarsi via una serigrafia realizzata sul momento.

Al termine della manifestazione, tutti i libri verranno raccolti e consegnati alle biblioteche pubbliche e scolastiche danneggiate dal sisma nelle zone di Ascoli e Macerata.

A consegnare simbolicamente i volumi - domenica 9 ottobre alle 19.00 sul palco di Piazza San Carlo – la Sindaca di Torino Chiara Appendino. In collegamento Skype dalle Marche la Presidente Aib – Marche Valeria Patrignani.

In collaborazione con Biblioteche civiche torinesi, Sistemi Bibliotecari Marchigiani e Aib - Associazione Italiana Biblioteche.



footer terremoto